Se mangi questo cibo, stai assumendo più vitamina D di quanto pensi

La vitamina D non è tecnicamente una vitamina, ma un ormone necessario all’organismo per eseguire i processi cellulari essenziali; è particolarmente importante per lo sviluppo e l’integrità delle ossa. È un nutriente unico in quanto il corpo può ottenerlo direttamente dall’esposizione alla luce solare e/o da cibi e integratori. Ma ottenerne abbastanza può essere complicato.

La vitamina D è naturalmente presente solo in una manciata di alimenti, principalmente pesce e tuorli d’uovo. Viene regolarmente aggiunto al latte vaccino e ad altri prodotti lattiero-caseari, nonché a cereali per la colazione fortificati, barrette e bevande nutrizionali. La vitamina D dall’esposizione alla luce solare non è sempre affidabile; ottenere abbastanza è una sfida durante i mesi invernali nei climi settentrionali, e anche durante i mesi estivi, la protezione solare e gli indumenti riducono al minimo l’esposizione della pelle (che è intelligente per la prevenzione del cancro della pelle, ovviamente). Quindi, se la tua dieta non include pesce o cibi fortificati, se non prendi un integratore e/o se non stai praticando linee guida ragionevoli per l’esposizione al sole, potresti non assumere quantità ottimali di vitamina D. Sei carente di vitamina D ? L’unico modo per scoprirlo è controllare i livelli ematici durante l’esame fisico annuale.

Un alimento di alta qualità che è accettabile in tutti i modelli di dieta sana sembra essere una buona fonte di vitamina D — funghi! L’avvertenza è che i funghi devono essere stati esposti alla luce ultravioletta (UV) per contenere una quantità significativa della forma che i nostri corpi possono usare. Quindi, come fai a sapere se i tuoi funghi sono buone fonti?

Qualsiasi fungo coltivato all’aperto, come i funghi selvatici, sarà una buona fonte. Così sono i funghi con confezioni etichettate come «una buona fonte di vitamina D» o «trattati con raggi UV», che stanno diventando sempre più comuni. Solo tre funghi di media grandezza trattati con luce UV sono sufficienti per fornire il 100% del fabbisogno giornaliero di vitamina D.

Leggere di piu  Per dimagrire, ciò che bevi è importante quanto ciò che mangi

Non riesci a trovare funghi trattati con raggi UV nel tuo negozio locale? Nessun problema, solo fai-da-te! È possibile acquistare una lampada UV (Fai attenzione — possono causare danni alla pelle o agli occhi, quindi segui quelli istruzioni di sicurezza) – che può essere utilizzato anche per avviare un orto in casa prima di piantare all’aperto – oppure, attendere una giornata di sole e posizionare le branchie di funghi puliti e asciutti su un piatto all’esterno o sul davanzale della finestra (con luce solare diretta). Lascia che prendano il sole di mezzogiorno per 1-3 ore (è necessario più tempo durante l’inverno che in estate) e avrai una super fonte di vitamina D per cena. Se hai intenzione di esporli al sole subito prima della cottura, affettali prima per ottimizzarne l’assorbimento.

Vitamina D a parte, i funghi sono una scelta intelligente per il loro contenuto di fibre, minerali e potenziali proprietà antimicrobiche. La cosa che preferisco dei funghi è la loro versatilità culinaria.

Lidia Azra

Lidia Azra è collaboratrice di www.breakingnewstv.in. È un'esperta di argomenti legati alla nutrizione, alla perdita di peso, agli integratori, alla disintossicazione e alla bellezza. Da anni scrive per diversi giornali online.